RITI E NUOVE FORMULE PER UNIRSI IN MATRIMONIO IN CHIESA

Sono tre i riti possibili per il matrimonio con rito religioso. Con la nuova trascrizione, infatti, non sono solo più unicamente i praticanti a poter celebrare le nozze in chiesa, ma anche i credenti che non praticano o le coppie in cui solo uno dei due osserva i precetti del cattolicesimo. Per gli osservanti la messa nuziale segue il suo normale corso che si conclude con il rito della comunione. Nei matrimoni misti, per sposi che seguono religioni diverse, solo chi è di fede cattolica riceve il pane eucaristico. Per i non praticanti tutto si basa sulla liturgia della Parola, senza il momento dell’Eucaristia. In questo rito, è fatta anche qualche modifica nella scelta delle letture.

Il rito religioso ha inizio con il rinnovo delle promesse battesimali, per dimostrare che i due sacramenti sono strettamente legati. Poi c’è la nuova formula del consenso, “Io accolgo te” che sostituisce il tradizionale “Io prendo te”.
Gli sposi possono anche decidere di sostituire questo tipo di promessa con la domanda: “Vuoi unire la tua vita alla mia?”.

Il rituale successivo è lo scambio degli anelli che rispetta le regole tradizionali: la sposa riceve dallo sposo, sull’anulare sinistro, la fede nuziale e a sua volta compie lo stesso gesto. Il rito si conclude con la benedizione della coppia. A questo punto anche il sacerdote pronuncia nuove parole: “Segnati con il fuoco dello spirito, diventino Vangelo vivo tra gli uomini”. Con l’aggiunta dell’aspetto escatologico: “La profonda nostalgia di Dio fino al giorno in cui potranno, con i loro cari, lodare in eterno il suo nome”, che evidenzia la profondità della condivisione di una vita insieme.

 

"Sempre più coppie arrivano al matrimonio ben oltre i 30 anni, spesso dopo una lunga convivenza, e snobbano l'altare a favore del municipio"

Sono finiti i tempi degli sposini ventenni, almeno a Milano. Qui in meno di dieci anni l’età media è passata da 35 a 38 anni per lui, e da 31 a 35 anni per lei. Prima quindi la convivenza poi, dopo qualche anno, le nozze ufficiali. 
Insieme agli anni degli sposi, aumentano anche le unioni civili, le quali sono quasi il doppio di quelle religiose: 2.400 contro 1.559. Pensate che solo nel 2000 le coppie che sceglievano il rito cattolico tradizionale erano ben 2.781. La secolarizzazione avanza a grandi passi e il divorzio lascia orme sempre più grandi: nel 2007 le coppie che hanno deciso di recidere il matrimonio sono state 2.074 contro le 3.959 che invece sono convogliate a nozze.
La presenza straniera è molto decisiva. Nel 2000 le unioni tra stranieri erano 171; nel 2007 sono state ben 428. Stabile il numero delle coppie miste, ma diversa la loro composizione: mentre in passato gli italiani si sposavano soprattutto con cittadini europei, ora si sposano con persone provenienti anche dall’Africa o dall’America Latina, da continenti e culture differenti gettando le basi di una futura società multietnica.

 

In un giorno speciale come il matrimonio, quale sposa non vorrebbe arrivare bella e radiosa, nella sua forma migliore? Il make-up è fondamentale. Un trucco personalizzato che deve apparire il più naturale e delicato possibile e che soprattutto tenga fino a che non abbia termine la festa. Suggerimenti, consigli e indirizzi di centri di bellezza e Spa dove scegliere i migliori trattamenti di bellezza.

 

"Un modo originale per dire addio al nubilato? Indossare l'abito da sposa e... correre!"

Si chiama “Wedding Running” l’ultima interpretazione dell’addio al nubilato che vede le spose con tanto di abito bianco, velo lungo e tacchi vertiginosi in fuga per la città. Una moda che è nata a New York qualche tempo fa in seguito ai numerosi film e spot pubblicitari a tema e che oggi sbarca in Italia ed esattamente a Milano dove due presunte future spose hanno fatto, qualche giorno fa, le prove dell’addio al nubilato per le vie della metropoli. 

Ma non finisce qui, perché sembra che il fenomeno delle spose in fuga si stia espandendo anche in altre città italiane come per esempio a Roma dove si preannunciano nei prossimi giorni nuovi casi di Wedding Running.

COSIMO STASSANO

LE NOSTRE SEDI: Tito Scalo, Contrada S. Loja (PZ) presso centro Agorà e Quadrivio di Campagna (SA) S.S per Eboli
Telefono: 368.3905624
P. IVA 04235040658 
Website: www.cosimofoto.it

Sito web realizzato da
TutorialPC - Web Agency