Rassegna Stampa Cosimo e valentino stassano

Cosimo e Valentino STASSANO: padre e figlio nel segno della fotografia

Grandi eventi quali il Festival di Sanremo ed il Monte-Carlo Film Festival, scatti d’autore a personaggi del mondo del cinema come Hugh Grant e Daniel Craig, ed interpreti della musica internazionale quali Madonna, Elton John e Ray Charles: se dessimo uno sguardo a loro curriculum professionale probabilmente resteremmo impressionati per questo e tanto altro. La cosa, però, che più affascina è come questa passione per la macchina fotografica sia stata tramandata di padre in figlio, con quindi la grande esperienza di Cosimo Stassano che negli anni è passata “nell’obiettivo” di Valentino, capace poi di trovare un suo stile ed un percorso professionale che denota carattere e talento.

Come fotoreporter, Cosimo Stassano negli anni ha saputo ritrarre con la sua macchina fotografica i più importanti eventi e protagonisti della nostra realtà contemporanea. Uno scatto sempre attento e studiato capace ogni volta di “mettere a fuoco”, non solo letteralmente, il soggetto che gli sta davanti, salvaguardandone la semplicità e la naturalezza. Valentino, che a dispetto della giovane età è sulla scena già da più di dieci anni, ha anch’egli già riscosso grandi riconoscimenti e tenuto workshop e mostre, come la recente “Sono così”, nell’ambito di un progetto contro la violenza sulle donne. A tal proposito entrambi, il prossimo 25 Novembre, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, saranno i fotografi ufficiali di un grande evento di solidarietà e sensibilizzazione sull’argomento alla presenza di tanti volti noti del mondo dello spettacolo, ma questo è solo uno dei tanti appuntamenti che li vedranno protagonisti prossimamente, sempre senza dimenticare il loro impegno nel mondo del wedding, che li vede leader indiscussi con tantissime giovani coppie che, rivoltesi al loro Studio, hanno trovato il giusto sguardo per rendere unico il proprio matrimonio.

Cosimo e Valentino, cominciamo dal vostro rapporto: com’è lavorare insieme?

Cosimo: “Per me è sempre una grande emozione, è come un traguardo della mia vita di padre che si avvera ogni volta che guardo Valentino all’opera. Fare il genitore non è facile e certamente non lo scopro io, ma per me lo è stato ancora di più provando a trasmettere non solo un mestiere ma una vera e propria passione, senza che però tutto questo risultasse un processo imposto o dovuto. È stata difficile ma sono troppo fiero di lui e di quello che sta facendo in questi anni.”

Valentino: “Ovviamente è inevitabile essere grato a mio padre che ha fondato il nostro Studio e che ancora oggi è sempre in prima linea per nuovi progetti, idee e iniziative. Al tempo stesso dice bene che non è stato facile perché inevitabilmente agli inizi è capitato che l’aspetto familiare e quello professionale si mischiassero, con tutti gli annessi e connessi del caso. Oggi però il nostro è un rapporto maturo ed estremamente professionale, come due amici che insieme cercano ogni giorno di fare qualcosa di bello.”

Ma Valentino ha sempre voluto seguire le orme del papà?

C.: “Assolutamente no! (ride, ndr) Anzi, i primi tempi per lui la macchina fotografica era un oggetto che quasi gli provocava repulsione, non voleva saperne per nessun motivo. Sto parlando ovviamente degli anni dell’adolescenza, quando dietro determinati comportamenti magari si nasconde altro, ma è stato quello il momento secondo me cruciale: in quei giorni non gli ho mai imposto nulla né obbligato a seguire le mie orme. Gli ho semplicemente detto ‘fai quello che ti fa stare bene’, e penso sia stata la chiave di tutto. Alla fine ha scoperto che il suo posto era dietro una macchina fotografica, ma è stata una sua scelta, completamente indipendente.”
V.: “Sì, è andata esattamente così e sono felice di non essere mai stato ‘pressato’ nelle decisioni da prendere dal punto di vista professionale. Certo, mio padre è stato ‘bravo’ a farmi vedere i tanti aspetti positivi di questo mestiere e i momenti belli e gratificanti che sapeva regalare, ma se avessi voluto fare qualsiasi altro lavoro so che in lui, ed in mia madre ovviamente, avrei trovato sempre una spalla forte a cui aggrapparmi in caso di necessità.”

Ma Cosimo per te oggi, oltre che un padre, che cos’è? Più un maestro, un collega, un amico…

V.: “Mi viene da dire un po’ tutte queste cose, ma sempre ben amalgamate fra di loro e senza che nessuna prevarichi sull’altra. Se c’è da farmi un rimprovero lo fa senza remore, così come mi da continuamente dei consigli, ma al tempo stesso mi lascia il mio spazio, un’autonomia di azione che mi permette anche di sbagliare magari a volte, ma che fa si che possa sviluppare un mio punto di vista ed uno stile personale che è il primo passo per intraprendere questo lavoro.”

Parliamo un po’ anche delle vostre esperienze professionali: grazie alla vostra presenza a Festival ed eventi nazionali ed internazionali avete avuto la fortuna di ritrarre grandi nomi del mondo dello spettacolo. Le stelle, in qualche modo, vi hanno “abbagliato”?

C.: “Non poteva che essere così, anche se dopo tanti anni quella fascinazione degli inizi lascia spazio ad un voler capire veramente chi si ha davanti. Con questo approccio ho vissuto forse i momenti più importanti per la mia crescita personale e professionale. Lucio Dalla, Daniel Craig, Lenny Kravitz, conservo di questi e tanti altri dei ricordi unici ed indelebili, ma delle persone più che dei personaggi. Ad esempio uno degli ultimi da me conosciuti, Brian May dei Queen, mi ha regalato una delle emozioni più grandi. Mi ha fatto capire ancora una volta che la vera arte è nelle piccole cose, in quelle semplici, e che la modestia è la virtù più importante che si possa avere, un grande sotto tutti gli aspetti.”

V.: “Beh, per quanto mi riguarda ho avuto certamente meno occasioni di ritrarre personaggi dello showbusiness, ma non per questo ho tralasciato di adottare un mio approccio personale. Ho cercato nelle mie foto di svelare il volto vero di ciascuna star, quello non costruito e mostrato sotto i riflettori bensì quello talvolta sconosciuto e connaturato da una naturalezza che può anche far dimenticare che si è al cospetto di celebrità mondiali.”

Abbiamo parlato di voi e del vostro passato ma siete costantemente proiettati nel futuro con nuovi impegni e progetti, ci aggiornate sui prossimi appuntamenti?

C.: “Si, anzitutto ora inizierà il ciclo di presentazioni in tutta Italia del mio libro ‘Diario di un fotografo’, edito dalla Albatros Edizioni, che abbiamo presentato recentemente al Salone Internazionale del Libro di Torino e che ha come fine ultimo quello di raccogliere fondi per sostenere la ricerca per curare la sclerosi multipla. E poi ci sarà il Festival di Sanremo come da più di vent’anni a questa parte e altri progetti che sto seguendo, tra cui uno shooting a Manhattan la prossima primavera ed il secondo capitolo della mia mostra ‘Tempi Moderni’, che riproporrò con tante novità e nuovi scatti.”

V.: “Anche io seguirò diversi eventi e manifestazioni come fotografo ufficiale, oltre che la produzione di alcuni videoclip di artisti del panorama musicale italiano e campagne pubblicitarie di alcuni brand del settore food & beverage. Proverò ad arricchire ancora le foto legate al progetto ‘Sono così’ per continuare il processo di sensibilizzare che nasce dalla voglia di spazzar via questa piaga che purtroppo attanaglia i nostri giorni, ed infine ho in mente alcuni lavori visual che presto potranno diventare una mia personale fotografica.”

Ed ovviamente infine ci sono i tanti impegni nel mondo del wedding…

C.: “Quelli ci sono sempre e ne siamo fieri perché ci danno modo ogni giorno di confrontarci con persone vere, belle e con momenti di grande gioia e divertimento.”
V.: “Sì, nostro obiettivo è quello di ritrarre le emozioni del giorno più bello attraverso video e foto uniche nel loro genere, affinché il ricordo del proprio matrimonio sia conservato negli anni attraverso un prodotto di grande qualità e professionalità, ma soprattutto con delle immagini che sappiano regalare emozioni lunghe una vita intera.”

Fonte: Il Roma.net Mer 03 Novembre 2021

Back to Top
Back to Top
Close Zoom
Clic destro del mouse disabilitato.
EnglishItalianSpanish